Innovazioni Tecnologiche

Pecol ha realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria meccanica, energetica, gestionale e dei trasporti (DIME) dell' Università degli Studi di Genova, in sinergia con l' illustrissimo. Prof Pietro Giribone, una innovativa serranda NBC, stagna ad un battente idrostatico di 6.000 mm H2O, amagnetica, antishock.

Operata da motori elettrici trifase o passo passo comunica con Automazione Nave tramite rete nodale EIP ETHERNET ridondata.

Lo studio transitando attraverso fasi di selezione dei materiali maggiormente idonei a sostenere la spinta idrostatica di prova di 9.000 mm H2O, analizzata attraverso calcoli FEM, ha approcciato il possibile utilizzo di riduttori ad onda armonica ed epicicloidali a doppio e triplo stadio, definendo infine un motoriduttore con rapporto ì=125, avente un diametro di 150 mm ed una lunghezza di 220 mm.


Parallelamente è stato effettuato uno studio per l’applicazione di martinetti motorizzati a ricircolo di sfere e di motori stepper.
Sono stati ottenuti due differenti tipologie di movimentazione:
- con doppia vite e madrevite azionata da motore elettrico asincrono trifase , 4 poli, da 1500 rpm, 0,06 kW
- con  singola vite e madrevite azionata da motore passo passo da 6,9 Nm
corredate di azionamento manuale di emergenza.

damper1

damper2


Entrambe le tipologie di serranda possono essere collegate con cablaggio a stella a Quadri Elettronici di Controllo a logica programmabile, connessi tra di loro tramite seriale Ethernet CAT 5e.            

Il sistema di controllo è orientato verso architetture di automazione “ridondate”, caratterizzate da un insieme di componenti organizzati e collegati tra loro, sia elettricamente che a mezzo reti e bus dati, in modo da assolvere alla funzione di diagnostica automatica di un guasto ed al ripristino, sempre in automatico, della funzione inizialmente degradata dal guasto.
Nel nostro caso la ridondanza è suddivisa su tre livelli di architettura:
1) livello rete di campo
2) livello di controllo
3) livello rete di monitoraggio
utilizzando ProfiNet quale BUS.
Con questa architettura riusciamo a ridondare le funzioni del master, della CPU e del software di controllo.

Dotando inoltre i PLC di schede di comunicazione EthrnetIP, possiamo garantire un imponente scambio dati ad una velocità estremamente elevata (10/100Mb/sec).

diagramma

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visita la pagina privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.